• Pubblicata il
  • Autore: ROSETTA C.
  • Categoria: Racconti orge
 IL MIO CASO WEINSTEIN - 2^ puntata - Catania - Frosinone Trasgressiva
  • Pubblicata il
  • Autore: ROSETTA C.
  • Categoria: Racconti orge

IL MIO CASO WEINSTEIN - 2^ puntata - Catania - Frosinone Trasgressiva

Mentre ascoltai, ribollii di rabbia e pensai: "Màsculo di mmerda, che ti cascassero i cugghiùni per terra... Ma chi se ne fotte... mica è mia moglie? Mo' vedrai cosa combina la tua Rosetta...". Mi alzai, misi il rossetto sulle labbra, aggiustai i capelli con la coda e andai in cucina completamente nuda.
- Buonasera teste di minchia, c'ho ripensato... stasera tengo troppa voglia per non fottere. E se i cazzi sono due, spero di godere due volte tanto. Forza, venite in camera da letto...
Tornai in camera sculettando come una puttana, mentre Turi mormorava al suo degno compare:
- Che t'avevo detto? Per un posto in Comune, Rosetta si fa fottere da tutt'e due per un mese di seguito!
Ci sdraiammo tutt'e tre a pancia in su, io tra di loro. Il letto era da una piazza e mezzo, e stavamo proprio stretti. Afferrai subito i loro cazzi masturbandoli, mentre loro mi succhiavano le minne, una per ciascuno. Poi, con la fessa ancora bagnata dalla prima pseudo-scopata con Turi, mi spostai a cavallo di Diego e la infilai sulla sua minchia rigida, montandolo come come una cow girl. Intanto mi rivolsi a Turi che ci stava a guardare impalato.
- Hey, che stai a guardare? Datti da fare! Prendi il tubetto di vaselina dal comodino e fottimi nel culo, scimunito!
Non avevo mai fatto un vero sandwich in vita mia, ma volevo smerdare quei due. All'inizio fu dura, trattenei le lacrime con fatica, poi presero bene il ritmo e la doppia stimolazione mi "riempì" letteralmente di gusto. Fu un piacere simile a quello che avevo vissuto con la minchia di Turi e un vibratore, ma il fatto di essere scopata da due uomini in carne e ossa esaltò la mia libidine. In pochi minuti, venimmo uno dopo l'altro e, sudati come lumache, ci stendemmo a respirare il fetore dello sperma che colava abbondante da entrambi i miei buchi. Dissi:
- ragazzi se non mi date una pulita, qui domani ci cresce il basilico!
Si precipitarono subito in bagno, presero della carta igienica e tamponarono fessa e culo. mentre io, finsi di telefonare a mia matri per avvisarla che dormivo fuori, invece scattai qualche selfie a me e ai due stronzi che cambiavano il lenzuolo ormai appiccicoso come carta moschicida.

CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati